Avete mai provato recentemente a salire sul vostro scooter senza indossare il casco? Qualche tempo fa mi è capitato per sbaglio. Ero distratto, ho slegato il mio vecchio SH e sono partito. Qualche secondo di
Leggi tutto

di admin

Avete mai provato recentemente a salire sul vostro scooter senza indossare il casco? Qualche tempo fa mi è capitato per sbaglio. Ero distratto, ho slegato il mio vecchio SH e sono partito. Qualche secondo di esitazione e poi la realizzazione. “Che strano”, mi sono detto. E pensare che quand’ero pischello, negli anni Novanta, me ne andavo in giro per Roma senza indossare niente. Fino ai 17 anni almeno avevo l’accortezza di portare il casco con me, tenendolo legato al faro anteriore del Sì, poi appena compiuti i 18 anni, via. In giro senza niente. Di giorno, di notte, sull’Aurelia per andare al mare, sul Muro Torto per raggiungere l’Università. Se ci penso oggi mi vengono i brividi. Pensate quante vite è costato questo buco legislativo che abbiamo avuto fino a qualche anno fa in Italia, quando il casco non era obbligatorio per i maggiorenni alla guida di un ciclomotore 50cc. Certo, sarebbe bastato il buon senso, ma a quell’età spesso non si è abbastanza maturi per capire il pericolo. Ecco perché sono favorevole oggi alle limitazioni alla guida per i più giovani e all’introduzione del patentino. Quello che manca è un serio e costruttivo inserimento dell’educazione stradale a partire dalle scuole elementari, dove sarebbe utile, per esempio, insegnare ad attraversare la strada a piedi e tutte le mille accortezze da tenere in mezzo al traffico già da quando si è piccoli.