E’ tutto pronto per il Gp di Roma di martedì 1° ottobre 2013… si scaldano i motori, partiti! Scatto alla partenza e alla prima curva il motociclista è già in crisi a causa delle auto
Leggi tutto

di admin

E’ tutto pronto per il Gp di Roma di martedì 1° ottobre 2013… si scaldano i motori, partiti! Scatto alla partenza e alla prima curva il motociclista è già in crisi a causa delle auto parcheggiate in doppia fila che non permettono di vedere quelle in arrivo dalla corsia opposta per immettersi nella carreggiata. Superato l’incrocio, subito curva a gomito verso destra con intasamento dovuto ad autobus di linea incastrato da un camion che non rispetta la precedenza. Sul lungo rettilineo di Via Casalotti, auto in coda e persone che attraversano ovunque, all’incrocio principale con Via di Boccea solito intasamento da ora di punta favorito anche dai tombini completamente otturati dalle foglie morte. Ennesimo incrocio con terriccio lungo il battistrada laterale di Via della Maglianella, rampa del Raccordo con segnaletica orizzontale gialla da circa tre anni senza lavori in vista e finalmente gas aperto sul Grande Raccordo Anulare direzione Firenze. Il rispetto dei limiti di velocità è un’eresia, un paio di auto zigzagano tra le altre cercando di ottenere la migliore posizione. Il motociclista scala in quinta, si mette a sinistra sui 130 Km/h sperando di non essere travolto dalle vetture che sopraggiungono. I tabelloni indicano luci spente in galleria e dopo qualche uscita e un paio di imbuti di immissione all’altezza della Flaminia, si esce in direzione Salario, Roma centro. Sulla consolare il traffico e il doppio semaforo consecutivo ritardano lo scorrimento delle auto. Prima dell’ultima svolta a destra, il motociclista rischia il tamponamento a causa dei rallentamenti dovuti alla presenza delle prostitute lungo la via, schivate le ultime tre buche (o meglio crateri) formati dalla pioggia nella strada privata senza manutenzione, finalmente si arriva alla bandiera a scacchi.