Prevista la messa in sicurezza di tutta la rete elettrica per evitare i furti di rame

di Patrizio Cacciari

Nonostante l’incredibile ritardo questa è una di quelle notizie da festeggiare. Finalmente sono stati assegnati i lavori per il ripristino dell’illuminazione sul Grande Raccordo Anulare e sulla Roma-Fiumicino. La mia prima denuncia risale a ottobre del 2014. Pensate, per un anno e mezzo i romani e tutti quelli che hanno transitato per la Capitale, hanno guidato sul Gra al buio più completo. La colpa? Secondo Anas dei furti di rame, a cui non si è riusciti a mettere fine in questo lasso di tempo.

 

 

QUANDO INIZIERANNO I LAVORI

Il bando era stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’8 maggio del 2015. A vincere è stato il Consorzio Cooperative Costruzioni (come potete vedere dalla foto in basso), già vincitore di numerosi appalti importanti sia a Roma che in altre città. L’inizio dei lavori? Per il momento non ci sono indicazioni, ma alcune indiscrezioni di stampa dicono che si spera di finire entro 6 mesi dall’inizio del Giubileo, almeno per la parte del Gra che porta alla Roma-Fiumicino, dove si registra il maggior numero di transiti di pullman turistici. Maggio 2016, dunque. Anche se al momento non ci sono operazioni già visibili.

 

IN COSA CONSISTONO I LAVORI

 

I lavori consisteranno nel ripristino dell’illuminazione sia sul Gra che sulla Roma-Fiumicino con l’installazione di lampioni a led che permetteranno un risparmio energetico del 35% e di una messa in sicurezza di tutta la rete di alimentazione e degli impianti. Continuerò a seguire l’avanzamento delle operazioni e a tenervi aggiornati. Per troppi mesi automobilisti e motociclisti sono stati costretti a guidare in condizioni di scarsa sicurezza. Sarebbe interessante se Aci o Asaps fornissero statistiche sui sinistri causati dal buio in questo lungo lasso di tempo, ma intanto prendiamo questa buona notizia di fine 2015, anno infausto per la sicurezza stradale e la manutenzione delle nostre strade.

 

buio grande raccordo anulare