Da oggi 150 Piaggio Mp3 a disposizione dei cittadini per il servizio di condivisione. Si guida con la patente B

di Patrizio Cacciari

Quello che vedete sopra non è un fotomontaggio. A Milano è il giorno dello scooter sharing targato Enjoy. Dopo il grande successo del car sharing, che dal capoluogo milanese si è spostato anche nelle altre città italiane, è arrivato finalmente quello che molti auspicavano, un due ruote in affitto. O meglio tre. Perché il mezzo interessato è un Mp3 Piaggio. Perché un tre ruote? Molto semplice, è possibile portarlo con la Patente B, quella per l’auto.

 

Il progetto verrà presentato questa mattina a Palazzo Reale. Inizialmente saranno 150 gli scooter a disposizione degli utenti. La flotta sarà in free floating ovvero si potrà prelevare e lasciare il tre ruote in qualsiasi punto della città senza problemi di divieto di posteggio. Le modalità di affitto dovrebbero ricalcare quelle già previste per la condivisione delle auto che si possono rintracciare e prenotare tramite l’apposita app per smartphone. Ogni mezzo è dotato di apparecchio satellitare. Per sbloccare l’Mp3 sarà necessario passare la tessera e inserire il PIN personale che consente di prelevare il casco dal sottosella e avviare lo scooter. Secondo le prime notizie il costo del noleggio dovrebbe aggirarsi intorno ai 0,25 euro/minuto, prezzo che potrebbe forse salire a causa degli alti costi di assicurazione, un delta tuttavia recuperabile dagli utenti grazie al minor tempo di noleggio rispetto a un’auto. Saranno previsti anche degli abbonamenti e in base al successo, Eni Enjoy deciderà un eventuale potenziamento del servizio e l’esportazione in altre città come Roma, dove l’uso dello scooter è diffuso come in nessun’altra città italiana e forse europea.