Ho un ricordo molto piacevole del mio esame per la patente A. Forse non tutti sanno che se si è in possesso già della categoria B, per prendere la A basta fare l’esame di pratica.
Leggi tutto

di admin

Ho un ricordo molto piacevole del mio esame per la patente A. Forse non tutti sanno che se si è in possesso già della categoria B, per prendere la A basta fare l’esame di pratica. La cosa divertente inoltre è che basta iscriversi alla Motorizzazione Civile e ritirare il foglio rosa provvisorio (rilasciato sul momento) per montare in sella. In attesa della data dell’esame che arriverà non prima di due mesi. L’unica accortezza da tenere è quella di non allontanarsi troppo da casa per fare pratica (qualcuno poi ci spiegherà cosa si intende?). Avete letto bene, potete imparare a guidare la moto da soli in mezzo alla strada con la vostra moto e senza patente. E nessuno potrà multarvi. Io ho fatto esattamente così. Certo, a ripensarci è davvero da incoscienti, ma questi sono i paradossi del nostro Paese. Molto più complicata la questione relativa alle varie sottocategorie della A. E’ tutto un intreccio tra età del richiedente, anni trascorsi tra una patente e l’altra e cilindrata del mezzo con cui si fa l’esame. Pensate che chi supera l’esame di pratica con Tmax 600 non è autorizzato a guidare una moto con le marce, anche se di cilindrata inferiore. Non è fantastico tutto ciò? Tornando seri, se siete interessati a conseguire la patente A, sul sito della Motorizzazione Civile di Roma trovate tutte le istruzioni necessarie.