Moto, sole, amicizia e divertimento: una insolita domenica al Lago di Castel Gandolfo

di Patrizio Cacciari

Se andare in moto significa far parte del paesaggio senza la cornice intorno, quella di domenica scorsa più che una gita ai Castelli è stata un vero e proprio quadro d’autore. Ospite di Bmw Motorrad, ho partecipato con molto piacere all’evento #MakeLifeARide Tour (qui trovare tutte le tappe) per conoscere e gustare le qualità della nuova R 1200 R, moto da me molto amata, che si è svolto al Lago di Castel Gandolfo, a pochi chilometri da Roma.

 

 

IMG_7894

 

 

La giornata si è aperta con i saluti di rito e la conoscenza di Alberto Di Stefano, appassionato, motociclista e blogger di ConLaMoto. Presenti all’evento anche gli amici di LifeStyleMotori, sito molto aggiornato su due e quattro ruote. Rispetto all’ultima versione la nuova R si presenta senza il telelever e con una nuova forcella rovesciata davvero molto bella, con il nuovo motore a raffreddamento a liquido, e senza l’amatissimo faro tondo, che ne caratterizzava lo stile vintage. Il nuovo, secondo me, le fa perdere un po’ di fascino.

 

IMG_7903

 

Guidare una moto come questa è molto semplice, la prova su strada ne è stata un’ulteriore conferma. La R 1200 R è la moto perfetta per chi fa un utilizzo delle due ruote soprattutto in città senza però rinunciare alla più classica delle gite domenicali. Rispetto alla precedente versione il motore è più pronto anche ai bassi regimi e l’elettronica permette di gestire tranquillamente i 125 cavalli. La nuova forcella, oltre a essere molto gradevole, risulta molto precisa nell’inserimento in curva, rendendo la R molto leggera nei cambi di direzione, merito anche dell’anteriore da 17”. La protezione dall’aria non è il massimo per un eventuale viaggio lungo, ma tra i numerosi optional della casa tedesca non mancano i cupolini adatti al touring. Gradevole il rumore dello scarico di serie, ma da un punto di vista tecnico la vera novità è il cambio elettro assistito che permette di scalare e cambiare marcia senza utilizzare la frizione, anche alle basse velocità. So già che i puristi storceranno la bocca, ma una volta provata questa innovazione tecnologica cambieranno idea. Tanti anni fa si era scettici verso l’introduzione dell’ABS nelle moto da corsa, oggi non se ne potrebbe fare a meno. Il cambio assistito e/o automatico è ormai il futuro delle due ruote.

 

 

La posizione di guida della R 1200 R è comoda anche per le persone più alte e la seduta sembra meno costretta rispetto all’ultima versione. Complessivamente si tratta di una roadster che saprà farsi amare dal pubblico di casa Bmw, un brand che quando conquista una fetta di mercato difficilmente perde i suoi clienti. Di seguito nel video trovate le mie impressioni a caldo dopo il giro intorno al Lago di Castel Gandolfo.